Urban Forestry

Urban Forestry è un progetto di ricerca applicata della Regione Piemonte avviato a partire dal 2018 con il supporto di IPLA, del CREA e con la collaborazione con la Città di Torino, nato nell’ambito delle attività che la Regione ha avviato per la promozione dello strumento del “Mercato volontario forestale del carbonio” in ambito urbano e periurbano.

Urban Forestry si propone di definire delle linee guida per la gestione del verde urbano che garantiscano l’assorbimento della CO2 atmosferica.

Tenendo conto delle peculiari criticità dell’ambiente urbano, il progetto intende sviluppare in modo più ampio il concetto di servizi ecosistemici, indagando e valutando le potenzialità del verde urbano nel sequestro delle polveri sottili e dell’ozono e di conseguenza arrivare a quantificare quale potrebbe essere il suo contributo nel concorrere a migliorare la qualità dell’aria in città.

Urban Forestry ha una durata triennale ed è giunto oggi alla sua seconda annualità. Sulla base dei risultati raggiunti si valuterà quindi la possibilità, non solo di attivare il mercato dei crediti di carbonio anche in ambito urbano, ma anche di mutuare analoghi meccanismi per un eventuale “mercato dei servizi ecosistemici”, tenuto conto dei recenti sviluppi in materia di certificazione della gestione forestale, che potrebbero dare un valido supporto a queste possibilità.

Grazie a Urban Forestry è stato realizzato l’intervento “Parco Stura”, un importate esempio di forestazione urbana interamente finanziato da un soggetto privato (FPT Industrial) nel comune di Torino. In un’area di circa 4 ettari sono state messe a dimora un migliaio di piante forestali di 32 specie diverse con le caratteristiche del bosco planiziale golenale.