Opportunità di fare green

Gli spazi verdi sono in grado di generare servizi per la salute dei cittadini, per la produzione di cibo, per il turismo e il tempo libero e possono, quindi, rappresentare una risorsa per uno sviluppo economico green per tutta la comunità.

Dal punto di vista economico, realizzare infrastrutture verdi può avere effetti positivi nel contenimento di alcuni dei danni derivanti dal dissesto idrogeologico, nella lotta ai cambiamenti climatici, ma valorizzare e riqualificare il patrimonio naturale, ambientale e storico-architettonico può anche dare impulso alla crescita sostenibile dell’economia locale.

La natura fornisce un’ampia varietà di servizi che solo in parte, e comunque con costi elevatissimi, potrebbero essere ottenuti attraverso mezzi tecnologici: non solo la perdita di questi servizi avrebbe un costo elevato, ma nessun mezzo permetterebbe di sostituire i valori estetici e ricreativi che la natura offre, soprattutto in un’area particolarmente frammentata ed impattata, come quella metropolitana torinese.

Corona Verde può rappresentare un modello di sviluppo economico locale sostenibile e durevole, un esempio concreto di green economy che gestisce in modo intelligente le attività economiche, la mobilità, le risorse ambientali, le relazioni tra le persone, le politiche dell’abitare.

Grazie agli interventi finanziati con il progetto Corona Verde si è dato impulso per la nascita di nuove attività legate alla fruizione del territorio. Ne sono un esempio le iniziative nate lungo il tracciato della Corona di Delizie in Bicicletta, un anello di 112 km di ciclopiste, ciclostrade e strade rurali che collega le Residenze Reali e i Parchi metropolitani toccando i più bei paesaggi fluviali, agricoli e storici dei comuni del circuito, da percorrere in city-bike, mountain bike o a piedi. La presenza di strutture ricettive, aziende agricole con vendita diretta, punti vendita e riparazione bicilette ha consentito la promozione di un turismo slow che ha fatto da volano per la nascita di nuove attività a sostegno dei fruitori dell’infrastruttura verde. 

I nuovi spazi verdi pubblici hanno anche offerto l’opportunità per l’avvio di nuove attività sportive e didattiche a beneficio di tutta la cittadinanza.

Grande impulso è stato dato anche alla valorizzazione dell’agricoltura periurbana che oltre a produrre beni economici a filiera corta, fornisce servizi di natura ambientale, paesaggistica, di manutenzione e riqualificazione del verde e sociali (azioni di inclusione sociale e lavorativa, di ricreazione e di educazione).