Il Masterplan

Strumento fondamentale di Corona Verde è il Masterplan: elaborato in modo partecipato e condiviso, rappresenta lo strumento che ha sostenuto e ancora indirizza il programma strategico di interventi con orizzonte di medio e lungo periodo (15-20 anni), riferimento per un governo ed uso sostenibile del territorio metropolitano in cui il Verde possa, al pari degli altri temi tradizionali (trasporti, rete dei servizi, urbanizzazione, etc.), rappresentare un elemento fondante dello sviluppo urbano.

Il Masterplan è strutturato in 4 strategie che costituiscono le direttrici principali di Corona Verde:

  1. Potenziamento della rete ecologica – un particolare interesse rivestono in tal senso le fasce di pertinenza e di tutela dei corpi idrici che opportunamente rafforzate diventano elementi fondanti della Rete Ecologica Regionale
  2. Completamento e qualificazione della rete fruitiva connettendo tra loro, anche agevolandone l’accesso, le risorse naturalistiche e i sistemi storico-culturali di maggiore interesse per il tempo libero;
  3. Qualificazione dell’agricoltura periurbana riconoscendo e affidando a tale comparto un ruolo centrale nella gestione e nel mantenimento del sistema degli spazi aperti e dei paesaggi rurali tradizionali;
  4. Ridisegno dei bordi e delle porte urbane per salvaguardare le aree non costruite (di valore per l’infrastruttura verde metropolitana) e contrastare il consumo di suolo.

Carte Masterplan

presentazione

strategia agricoltura

strategia bordi porte

progetti integrati di interesse locale

La definizione della visione generale della Corona Verde ha preso avvio dal contributo che ciascun ambito territoriale ha predisposto: sono stati elaborati 6 Masterplan di Ambito raccogliendo e integrando le intenzioni progettuali pubbliche e molte di quelle private sui temi della riqualificazione degli spazi aperti, dell’agricoltura, della qualificazione ambientale e della fruizione dei beni culturali.

Questo ha permesso di far emergere le esigenze sovralocali e la consapevolezza che un progetto di infrastruttura verde debba necessariamente andare oltre i confini comunali: aree marginali prima trascurate sono divenute oggetto di progettualità utili a costruire le connessioni della rete.

I Masterplan di Ambito sono stati integrati nel Masterplan generale, che sintetizza e rende attuali gli studi e le proposte progettuali elaborate su questi temi dalla Regione Piemonte e dal Politecnico di Torino già nel 2001 e i contenuti del successivo Schema Direttore, redatto nel 2007 dallo stesso Politecnico.

Il Masterplan generale di Corona Verde è anche arricchito di una sezione dedicata alla Buone Pratiche che, seppur datate, raccolgono progetti e azioni di valore che in diverse aree urbane e metropolitane hanno già reso evidente il valore delle infrastrutture verdi per migliorare la qualità del territorio.